Monthly Archives: January 2012

Fasci + Nazione + Rock = FasciNazione Rock

Fasci + Nazione + Rock = FasciNazione Rock

Questo potrebbe essere uno dei motti del Console Generale di Osaka, Mario Vattani, rampollo del presidente dell’Ice ed ex segretario generale del ministero degli esteri Umberto Vattani.

Una carriera che parte da giovane per presunti pestaggi davanti ad un cinema romano (poi prosciolto!) poi Cavaliere Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e Console Generale a Osaka, in Giappone.

Katanga, il nome che usa nelle sue esibizioni fascio-rock, è e rimane ancora rappresentante diplomatico nonostante la palese incompatibilità con il suo importante incarico.
Un “signore” che partecipa da attore principale in esibizioni dove si inneggia alla Repubblica di Salò e alla bandiera nera, affermando che la Repubblica Italiana è fondata sui valori degli epuratori!

La carriera diplomatica di “Katanga”, di cui non si conoscono altri pregi se quello di essere figlio dell’Ambasciatore Umberto Vattani, è stata brillante e velocissima. Subito in sedi diplomatiche autorevoli come l’Ambasciata d’Italia negli USA, come Primo Segretario Commerciale con competenze per agricoltura, Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale! E poi Console al Cairo, Consigliere diplomatico del Ministro dell’Agricoltura e del sindaco di Roma Alemanno e a marzo, premiato, non si sa bene per quali successi, con la nomina a Ministro plenipotenziario e Console generale ad Osaka. (cit. articolo21.org)

La legge Mancino inoltre dice nell’articolo 4:
L’art. 4 punisce con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da lire 400.000 a lire 1.000.000 “chi pubblicamente esalta esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche. Se il fatto riguarda idee o metodi razzisti, la pena è della reclusione da uno a tre anni e della multa da uno a due milioni.”

Almeno 6 mesi a Vattani? Sicuramente NO!

L’articolo 4 della legge Scelba (Apologia del fascismo 1952) sancisce il reato commesso da chiunque «faccia propaganda per la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista», oppure da chiunque «pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche».

Se la legge è uguale per tutti… ma sappiamo che non sempre è così.
Non serviranno pene e galere per questo individuo ma l’allontanamento dal corpo diplomatico è il minimo che bisogna aspettarsi. Che ciò non sia ancora avvenuto è chiaro segno che le cose non vanno come dovrebbero andare.

 

fonte: http://console-fascio-rock.blogspot.com/